Eugen Klein GmbH   Gelenkwellen Klein Gelenkwellen
    Start Technical directions Bearing Forces and Bending Moments
Deutsch (Deutschland)English (United Kingdom)French (Fr)Italian - ItalyNederlands - nl-NLEspañol(Spanish Formal International)Russian (CIS)
Klein Gelenkwellen
Carichi sui cuscinetti e momenti flettenti

Per la deviazione del momento nel giunto, sulla forcella viene ad agire un momento aggiuntivo Mz di reazione.  Per il giunto rappresentato in Fig. 21, si ottengono i due momenti M2 ed Mz, scomponendo i vettori dei momenti:

Fig. 21:

Bild 21a

Posizione 0° e 180°
M2 = M1 · cos ß
M
Z = M1 · sin ß

Bild 21b

Posizione 90° e 270°
M2 = M1 · 1/cos ß
M
Z = M1 · tan ß

 

7.1 Carichi sui cuscinetti nella disposizione a Z

Il momento aggiuntivo di reazione Mz esercita dei carichi sul cuscinetto tali da sollecitare l’albero a flessione. La Fig. 22 mostra questi momenti aggiuntivi ed i carichi sui cuscinetti nella posizione 0° e 90°.  

Fig. 22:

vista laterale

Bild 22a Bild 22b

vista dall’alto

Bild 22c Bild 22d
Posizione a 1= 0° = 180°
Albero intermedio sollecitato a flessione.
Posizione a 1= 90° = 270°
Albero motore e condotto sollecitati a flessione
A = B = C = D = 0 Formel 10

I carichi sui cuscinetti oscillano tra 0 ed il massimo due volte per ogni giro.

 

7.2 Carichi sui cuscinetti nella disposizione a W

Nella Fig. 23 vengono messi in evidenza i momenti aggiuntivi di reazione ed i carichi sui cuscinetti che si vengono ad avere in questa disposizione:

Fig. 23:

vista laterale

Bild 23a Bild 23b

vista dall’alto

Bild 23c Bild 23d
Posizione 1= 0° = 180°
Alberi intermedio, motore e condotto sollecitati a flessione.
Posizione 1= 90° = 270°
Alberi  motore e condotto  sollecitati  a flessione.
Formel 11 Formel 10

I carichi sui cuscinetti oscillano tra 0 ed il massimo due volte per ogni giro.

 

7.3 Spinte assiali su alberi di trasmissione con scorrimento

Per far scorrere la parte scorrevole dell’albero sotto coppia, è necessaria una spinta assiale L la quale va scaricarsi sui cuscinetti A, B, C, D.

La spinta assiale massima viene espressa da:

Formel 12

dove

µ = Coefficiente d’attrito. Per componenti temprati, nitrurati e/o fosfatati
Si può assumere µ=0,1; per componenti rilsanizzati µ=0,06
M1 = coppia motrice (del motore)
dt = diametro primitivo del profilo scanalato (vedi tabella)
= angolo formato tra il fianco del dente ed il raggio mediano (vedi tabella)
C = sovrapposizione del profilo (lunghezza di impegno del dente, vedi tabella)

Table

Profile to DIN 5480 dt·cos
[m]
Cmin
[m]
38 x 2
52 x 2,5
55 x 2,5
62 x 2
65 x 2,5
75 x 2,5
90 x 2,5
95 x 2
0,0310
0,0427
0,0452
0,0503
0,0539
0,0626
0,0758
0,0789
0,072
0,100
0,105
0,075
0,125
0,145
0,175
0,085

Da ciò derivano i seguenti carichi sui cuscinetti:

Formel 13

Generalmente solo i carichi assiali sono significativi.

 
pagina precedente indietro all'indice pagina seguente
 
Eugen Klein GmbH   Gelenkwellen   Parkstraße 27-29      73734 Esslingen a.N. 
Fon +49 (0)711 3 80 05-12     Fax +49 (0)711 3 80 05-49    info@klein-gelenkwellen.de
upseits Webagentur